Rimborsabilità Leviracetam e Topiramato: lettera all'Assessore

L'AIFA raccomanda di non caricare sui cittadini la differenza di prezzo

lunedì 01 ottobre 2012

Prot. 108/12 del 01/10/2012 Egr. Assessore alle Politiche della Salute Regione Puglia Oggetto: Comunicazione AIFA su inserimento nella lista di trasparenza di specialità medicinali contenenti Levetiracetam e Topiramato. Con la comunicazione in oggetto, l’AIFA, nel rendere noto l’inserimento nella lista di trasparenza dei medicinali in oggetto –con contestuale applicazione della disciplina sugli oneri da corrispondersi da parte dei cittadini in caso di scelta per il farmaco branded-, ha specificato che “Per i pazienti epilettici che non risultano completamente controllati dalla terapia farmacologica ma che, a giudizio del medico curante, abbiano avuto significativi miglioramenti in termini di frequenza o tipologia delle crisi (eliminazione della perdita di coscienza, delle crisi di caduta, ad es), si raccomanda la non sostituibilità del farmaco assunto”. Ha poi aggiunto che “Nel rispetto della responsabilità professionale del medico, la legge attuale consente al medico prescrittore di specificare la non sostituibilità del medicinale ritenuto idoneo, come chiaramente indicato nel secondo comma dell’art. 7 della legge 405/2001. Per le criticità elencate e nel prevalente interesse della salute del paziente, AIFA raccomanda, nei casi in cui il medico decida la non sostituibilità del farmaco prescritto, che le autorità sanitarie territoriali non pongano a carico dell’assistito la differenza fra il prezzo più basso ed il prezzo del farmaco previsto facendo eccezione a quanto stabilito dal quarto comma dell’art. 7 della legge 405/2001”. Alla luce di tanto so chiede di conoscere quale determinazione intende assumere la Regione Puglia in merito. Bari, 1 ottobre 2012 Il Segretario Regionale Filippo Anelli

Altri articoli sull'argomento