Comunicato ai Colleghi iscritti Fimmg Es Bari sulla proposta AREU

Proposta non condivisa che nasconde gravi conseguenze per i Medici dell'Emergenza Territoriale Convenzionati.

sabato 11 agosto 2018

Gent.mi Colleghi,

La proposta regionale, mai condivisa con nessuno a dispetto di quello che dice la Regione, presenta diversi punti critici:

in primo luogo, all’art. 12 si afferma che tutto il personale deve essere inquadrato come personale dipendente, nulla si dice di come le varie figure professionali oggi in servizio passeranno alla dipendenza.

Anzi, si lascia all’Atto aziendale del nuovo soggetto di individuare la struttura operativa,ad oggi non si sa quindi nemmeno quanti e quali figure transiteranno.

Di certo è scritto all’art. 13 che il personale medico dei mezzi di soccorso deve essere medico di Assistenza Primaria (pare che non sappiano nemmeno cosa è) con attestato, ma tale titolo non basta per accedere alla dipendenza.

Non si capisce quindi come prenderanno il personale medico dei mezzi.

La Regione si riserva di disciplinare con suoi atti l’accesso al rapporto dipendente (riservata alla potestà legislativa nazionale), cosa che le ha già fatto ricevere in passato delle pronunce di incostituzionalità.

Infine l’art. 16, ultimo comma, svela che la Regione non assume nessun impegno – che non può in effetti assumere - nei confronti dei medici che hanno o avranno prima o poi 5 anni di anzianità, atteso che valuterà in futuro la possibilità di operare, definendo con atto regolamentare la situazione; come detto, si tratta di una previsione che si espone assolutamente a pronunce di incostituzionalità.

Questo disegno di legge, farraginoso e criptico per ovvia scelta, cela la reale possibilità di un licenziamento in massa dei Medici dell’Emergenza Territoriale Convenzionata !

La relazione tecnica che ha accompagnato il Disegno di Legge AREU ha previsto che non saranno sopportati dalla Regione ulteriori oneri al bilancio e questo conferma il sospetto Fimmg: i fondi stanziati per la pianta organica regionale convenzionata per 535 Medici saranno utilizzati per un minor numero di medici dipendenti e quindi riduzione del personale.

Operiamo con successo da oltre 15 anni sul territorio come Medici Convenzionati, questo cambio di rotta non porterà ad un miglioramento dell’assistenza alla cittadinanza!

In nessuna regione d’Italia si è mai assistito all’impoverimento dell’assistenza territoriale prevedendo addirittura la riduzione del personale Medico!

Abbiamo espresso le nostre perplessità al Governo Regionale che ha la responsabilità della decisione politica!

La Fimmg si adopererà affinchè tutti i Medici dell’Emergenza Territoriale Convenzionata in servizio vengano tutelati, lavoriamo tutti insieme per la difesa del nostro lavoro!

Cordialità

                                                                                                   Dr. Nicola Gaballo

                                                                                              Segretario Prov. Fimmg ES Bari